Nell’ambito della Protezione Antincendio Passiva parliamo in maniera più approfondita di Resistenza al Fuoco, dei concetti di stabilità strutturale, tenuta e isolamento (acronimo REI) e di come la classificazione della resistenza al fuoco di un elemento costruttivo sia soggetta ad una precisa normativa Europa, la UNI EN 13501-2Classificazione al fuoco dei prodotti e degli elementi da costruzione – Parte 2: Classificazione in base ai risultati delle prove di resistenza al fuoco, esclusi i sistemi di ventilazione”.

 

Giunti a questo punto, però, è legittimo domandarsi: per quanto concerne una parete antincendio, si parla di performance REI o EI?

La discriminante è il tipo di parete che abbiamo sotto esame. Per tanto avremo una classificazione REI di una parete antincendio nel caso di strutture portanti (es. parete in calcestruzzo che supporta un solaio); avremo invece una classificazione EI se la parete in questione funge da muro divisorio o senza avere nessuna caratteristica strutturale.

La differenza è piuttosto intuitiva: le pareti portanti in quanto tali, contrariamente ai muri divisori, oltre a garantire la tenuta ai fumi e gas e a fare in modo di limitare il passaggio di calore in caso di incendio, dovranno anche garantire la capacità di sostenere i carichi applicati per un dato periodo di tempo.

SIMBOLO CARATTERISTICHE DA CONSERVARE
REI stabilità strutturale ai carichi per i quali è stata dimensionata, tenuta, isolamento termico (strutture portanti e separanti)
EI Stabilità strutturale propria, tenuta, isolamento termico (strutture non portanti ma separanti)

 

Ricordiamo che alla classificazione REI fa seguito un indice, espresso in numeri (10, 15, 20, 30, 45, 60, 90, 120, 180, 240, 360), indicante l’arco temporale all’interno del quale l’elemento costruttivo dovrà garantire le proprie caratteristiche di stabilità strutturale, ermeticità e isolamento termico.
Una parete o un pilastro con performance “R90”, ad esempio, sono certificati per esercitare la loro capacità portante per almeno 90 minuti di incendio.

Prendiamo ad esempio una parete portante REI in calcestruzzo che presenti una discontinuità quale può essere un attraversamento di impianti tecnici. Ogni asola (foro, varco) presente sul muro, oltre che ad agevolare il passaggio di cavi, tubazioni, serrande, ecc., inficerà sulla capacità EI della parete stessa. Gli interventi di sigillatura previsti dalla protezione passiva al fuoco lavorano con il fine di andare a ripristinare sia l’ermeticità “E” che l’isolamento termico “. Chiaramente, alla luce di quanto appena detto, non verrà ripristinato nessun grado “R”.

In questo caso starà allo strutturista, a monte del lavoro, considerare l’eventuale diminuzione di portata della parete nel caso di discontinuità e valutare la soluzione migliore (es. riqualificazione di una parete tramite l’utilizzo di vernici intumescenti, lastre ed intonaci antifuoco) per garantirne il totale ripristino e, di conseguenza, scongiurare la possibilità che l’elemento costruttivo possa subire gravi danni strutturali, crollo compreso.

 

Concludendo, possiamo ora rispondere alla domanda posta a inizio articolo: per quanto concerne una parete antincendio, si parla di performance REI o EI?

Entrambe. Se si tratta di strutture portanti e separanti, le pareti dovranno garantire stabilità strutturale “R” dell’edificio, tenuta “E” a gas e fumi, isolamento termico “I” oltre a mantenere intatta la propria integrità. Se le pareti sono solo separanti, tenuta ed isolamento termico saranno le uniche variabili da considerare.

 

Hai bisogno di altre informazioni? Scrivici nei commenti oppure invia una e-mail a info@antifuoco.it

 

Fonti:

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi